Pulizie di primavera: i consigli per organizzarle al meglio

Pulizie di primavera: i consigli per organizzarle al meglio

Pulizie di primavera: i consigli per organizzarle al meglio

Con l’arrivo della primavera possiamo finalmente spalancare le finestre e lasciarci alle spalle il torpore dell’inverno, sfruttando così le belle giornate per dedicarci alle pulizie di casa. Anche se la sola idea vi mette ansia, in realtà basta la giusta organizzazione per effettuare le pulizie di primavera al meglio: nel giro di pochi giorni la vostra cosa tornerà a splendere e approfitterete di questa occasione per una pulizia più profonda, per fare il cambio di stagione e per verificare il funzionamento degli elettrodomestici. Ecco allora i consigli per affrontare le pulizie di primavera con il metodo giusto.

Parola d’ordine: organizzazione

Cominciate a scrivere un piano d’azione, facendo una lista delle priorità, iniziando magari dalle cose meno gradite, per affrontare poi le pulizie pesanti. Programmate anche il tempo e gli obiettivi: se avete due giorni a disposizione, fate un elenco delle cose più importanti da fare e cercate di portare tutto a termine nel tempo che avete stabilito. Procuratevi poi spray multiuso, panni in microfibra e aspirapolvere. Per non arrivare esauste alla fine delle pulizie fatevi aiutare, distribuendo i compiti tra i membri della famiglia. Quando si affrontano le pulizie approfondite, inoltre, è importante procedere dall’alto verso il basso: la parte alta della casa è infatti ricettacolo di polvere: la parte superiore di mobili e armadi, gli angoli dei muri, i lampadari. Per eliminare la polvere dai muri, invece, vi basterà pendere una spugna inumidita in acqua tiepida. Come ultimo passaggio in ogni stanza bisognerà poi pulire i pavimenti: che si tratti di gres, parquet o marmo, basterà usare i rimedi naturali giusti, come aceto, bicarbonato e limone, per non danneggiare i vostri pavimenti. Ma vediamo come procedere.

Vetri, persiane e tapparelle: step base in ogni stanza

Durante le pulizie di primavera è importante dedicarsi in ogni stanza alla pulizia di vetri, persiane e tapparelle. Cominciate con la pulizia delle persiane e delle tapparelle che raccolgono più sporco: smog, pioggia, polvere si annidano nelle fessure che necessitano una pulizia più approfondita, almeno due volte l’anno. Che siano in pvc, alluminio o legno la prima cosa da fare è togliere la polvere con un panno morbido o un pennellino e procedete poi alla pulizia con acqua e aceto, o comunque prodotti molto delicati. Passate poi alla pulizia dei vetri utilizzando rimedi naturali da aggiungere all’acqua, come bicarbonato e aceto. Non possono poi mancare i fogli dei quotidiani, alleati perfetti per la pulizia dei vetri. Ricordare poi di pulirli quando il sole non riflette direttamente contro, altrimenti vi trovereste con antiestetici aloni sul vetro.

Pulire a fondo tutti i tessuti: dalle tende ai tappeti

Durante l’anno ci sono pulizie che svolgiamo regolarmente, come la pulizia dei sanitari, dei fornelli, dei pavimenti, ecc… Le pulizie di primavera diventano quindi l’occasione per le grandi pulizie di tutti i tessuti di casa: tende, materassi, divani e tappeti. Per quanto riguarda le tende lavatele in lavatrice con un programma di lavaggio delicato oppure a mano, per eliminare il grigiore accumulato in inverno e renderle brillanti e profumate. In merito alla pulizia del materasso: molti hanno il lato invernale e il lato estivo, altrimenti vi basterà girarlo testa-piedi di 180°, per evitare eventuali affossamenti. Lavate poi il coprimaterasso e cospargete il materasso con il bicarbonato, lasciatelo agire per mezz’ora e poi passate l’aspirapolvere: è un ottimo modo per igienizzarlo. Dedicatevi poi anche alla pulizia dei divani: per quelli in stoffa potete utilizzare una miscela realizzata con acqua, aceto bianco e poche gocce di olio essenziale di eucalipto: passate il panno ben strizzato per pulire e disinfettare il tessuto. Per i divani in pelle, invece, potete utilizzare acqua tiepida e sapone liquido delicato: passate poi un panno umido per eliminare i residui di sapone e, infine, un panno morbido e asciutto. Per quanto riguarda la pulizia dei tappeti, potete decidere di portarli in lavanderia oppure utilizzare un battipanni per la polvere e rimedi naturali: il bicarbonato è un ottimo alleato, ma potete utilizzare anche aspirapolvere e pulitori a vapore.

Caloriferi e condizionatori: pulizia e manutenzione

I caloriferi sono indispensabili in inverno ma, quando vengono spenti in primavera, è importante spolverarli e pulirli in vista del loro utilizzo durante la stagione fredda. Dopo avere eliminato la polvere con un panno di cotone, realizzate una miscela con 1 litro di acqua, 1/2 bicchiere di alcol e 1/2 di aceto e poche gocce di detersivo per i piatti: stendete dei fogli di giornale sotto al calorifero e spruzzate la miscela, pulite con una spugna morbida e risciacquate.

I condizionatori sono invece fondamentali per resistere alla calura estiva: per mantenerli efficienti è quindi importante fare una manutenzione almeno due volte all’anno e soprattutto pulire i filtri. Per farlo, aprite il vano dell’aria ed estraeteli: passateli poi sotto acqua corrente, sciacquateli più volte a fateli asciugare all’aria. Potete poi spruzzare un prodotto igienizzante apposito per eliminare i batteri che si formano nel radiatore e per eliminare i cattivi odori che si possono formare dopo un lungo periodo di inattività. Una volta asciugati i filtri rimetteteli e richiudete la griglia del condizionatore, anch’essa pulita.

Cucina: approfittiamo per pulire a fondo frigo e freezer

Quotidianamente ci dedichiamo alla pulizia della cucina, almeno per quel che riguarda fornelli, ripiani e pavimenti. Durante le pulizie più approfondite dedichiamoci anche alla pulizia interna dei mobili di cucina: procedete prima togliendo tutti gli alimenti e gli oggetti: fate una cernita tra quello che deve essere gettato via e ciò che deve essere solo pulito e riposto. Per gli alimenti, controllate le scadenze. Eliminate prima la polvere con un panno di cotone e per la pulizia mettete 4 o 5 gocce di olio di tea tree su un panno di microfibra umido: in questo modo i mobili risulteranno puliti e disinfettati tenendo lontani anche gli insetti

Approfittate poi per pulire e sbrinare il frigorifero e il freezer: due gesti da fare almeno ogni sei mesi, così da tenerli puliti, igienizzati e ben funzionanti. Prima di sbrinare riponete gli alimenti in apposite borse frigo e procedete poi alla pulizia interna con un mix di acqua e aceto o di acqua e bicarbonato, per smacchiare e disinfettare, e sciacquate poi con un panno umido. Lavate poi i cassetti con il detersivo per i piatti e controllate le guarnizioni: in caso di muffa utilizzate aceto puro oppure bicarbonato, lasciate agire e poi pulite e sciacquate.

Camere da letto e soggiorno: pulizia di armadio e mobili

In camera da letto e nella camera dei ragazzi, la prima cosa da fare è il cambio di stagione: decidete quindi un giorno in cui avete più tempo a disposizione per sistemare gli armadi. Buttate via quegli abiti che non indossate da anni, così da fare spazio per nuovi acquisti, lavate tutti gli indumenti e fateli asciugare bene prima di riporli nelle scatole. Nelle stanze da letto e nel soggiorno la prima cosa da fare è eliminare la polvere, che si accumula con molta facilità in queste stanze soprattutto se sono molto frequentate, come la camera dei ragazzi e il salotto. Procedete spostando letti e divani cominciando le pulizie con l’aspirapolvere in modo da raggiungere anche posti più nascosti, come dietro le credenze e gli armadi o sotto i divani. Una volta che vi siete liberate della polvere potete procedere con il lavaggio: per pulire gli armadi e i mobili del soggiorno, potete utilizzare una miscela di acqua e aceto su un panno ben strizzato, oppure, potete utilizzare un olio essenziale a vostra scelta che profumerà gli ambienti. Prima di procedere provate sempre la resistenza dei mobili su un piccolo lato nascosto.

Procedete poi anche alla pulizia delle maniglie delle porte, utilizzando un prodotto specifico in base al materiale con cui sono realizzate, e un panno morbido per evitare di graffiarle. Le maniglie in ottone possono essere pulite anche con una soluzione realizzata con limone e sale: tagliate il limone a fette, metteteci sopra il sale e pulite la maniglia come ad utilizzare un panno. Strofinate però delicatamente per evitare di rovinare l’ottone.

Bagno: pulizia profonda di WC e sanitari

Anche il bagno, come la cucina, viene pulito quotidianamente, per mantenerlo igienizzato. Durante le pulizie di primavera potete approfittare per pulire il bagno in modo approfondito, concentrandovi sul WC  e i sanitari, ma anche sulle piastrelle. Per pulire la tazza del WC a fondo, il migliore alleato è la candeggina: versatela sulle pareti della tazza e strofinate armati di guanti e spazzolone, oppure utilizzare una spugnetta abrasiva. Alla fine aggiungete un tappino di candeggina, il rimedio della nonna da lasciare agire per alcune ore o tutta la notte: in questo modo eviterete l’ingiallimento del wc. Se preferite i rimedi naturali utilizzate l’aceto: versatelo nel wc, fatelo agire tutta la notte e poi eliminate i residui più insistenti con lo scopino. Per lo sporco più ostinato potete realizzare una crema densa preparata con bicarbonato e acqua, da strofinare con una spugnetta abrasiva. Dedicatevi anche alla pulizia di piastrelle e fughe, anche quelle della doccia: per pulirle utilizzate un detergente domestico e una passata di spugna ma, se dovete sbiancare le fughe, anche in caso di muffa, utilizzate bicarbonato e acqua ossigenata e strofinate con un vecchio spazzolino da denti. Per eliminare il calcare dalle piastrelle della doccia, invece, utilizzate acqua e aceto, che servirà anche ad igienizzarle.

Fonte: Pulizie di primavera: i consigli per organizzarle al meglio