Tutto quello che c’è da sapere sulle porte scorrevoli

Tutto quello che c'è da sapere sulle porte scorrevoli

Nel momento in cui ci si accinge all’acquisto di una o più porte scorrevoli, il primo parametro a cui si fa riferimento per orientarsi nella scelta è rappresentato senza dubbio dai prezzi. I costi medi variano sia in funzione della tipologia di scorrimento che in base al materiale che viene adoperato. Per una porta scorrevole in vetro a scomparsa, per esempio, i prezzi oscillano tra i 170 e i 490 euro, mentre con una porta in vetro esterno muro si avrà a che fare con una spesa compresa tra i 180 e i 450 euro. Nel caso in cui per la porta a scomparsa si opti per il pvc, si spenderanno tra i 100 e i 300 euro; più conveniente è, invece, il legno, che presuppone un esborso tra i 90 e i 200 euro. Lo stesso avviene per una porta scorrevole esterno muro: se in pvc, richiede una spesa tra i 90 e i 200 euro; se in legno, si scende a un range compreso tra gli 80 e i 180 euro.

Anche altri fattori, in ogni caso, incidono sul prezzo finale: per esempio le dimensioni dell’infisso. Proprio per questo motivo è sempre consigliabile richiedere un preventivo di spesa dettagliato ad almeno due o più aziende del settore, in modo da riuscire a individuare quella che propone la soluzione più conveniente dal punto di vista economico.

Ma quali sono le differenze tra una porta scorrevole a scomparsa e una esterna al muro? Quest’ultima in linea di massima si dimostra più semplice da installare, anche perché non presuppone l’esecuzione di alcun lavoro di ristrutturazione (visto che l’infisso non deve essere inserito all’interno della parete). Tutto ciò di cui si ha bisogno per una porta esterna è un binario su cui farla scorrere; si può scegliere, inoltre, per quale tipo di apertura optare, vista la ricca varietà di alternative tra quella a libro, quella a battente e quella a filomuro. Come si può intuire, quindi, le porte scorrevoli esterne al muro fanno della versatilità il proprio punto di forza, dal momento che si adattano senza problemi allo spazio.

Nel caso in cui si punti su una porta scorrevole a scomparsa, invece, non si può prescindere da un lavoro edile anche di modesta entità, indispensabile per l’installazione del controtelaio che deve essere murato dentro la parete. Le ante, in tale circostanza, possono essere caratterizzate solo da un’apertura a scorrimento. Il vantaggio più evidente che ne deriva è una consistente ottimizzazione degli spazi, con ingombri ridotti al minimo.

Per chi avesse bisogno di un punto di riferimento per le porte interne in Friuli, ed in particolare per le porte scorrevoli, è possibile affidarsi con la massima fiducia a Gioma srl.